Opera Uno

La talpa – La verità rivelata

libro.irace.la-talpa_250romanzo di Quintin Contreras (Carla Irace)
Atmosphere Libri
Euro 14,00

Intorno alla figura enigmatica di Guillaume de Saint Jacques, affascinante scrittore nizzardo di successo, si svolge la vicenda di due donne che, sebbene estranee e destinate a incontrarsi a Nizza una sola volta nella loro vita, sono legate da un destino che inesorabilmente le accomuna.
Un mattino di agosto, inconsapevoli di essersi quasi sfiorate all’ingresso dei voli internazionali dell’aeroporto Côte d’Azur di Nizza, partono entrambe per un viaggio.
Per Guja sarà un viaggio di piacere verso il Madagascar, con il marito Guillaume. Per Geneviéve, che si scoprirà essere stata la precedente compagna di quest’ultimo, si tratterà di una missione obbligata, gestita dall’organizzazione criminale di cui la donna è uno dei membri. Durante i due viaggi l’ombra del mistero graverà su ambedue, fino al momento in cui dovranno fare i conti con la realtà.
La trama ruota intorno alla vendita di armi, da parte dell’organizzazione alla mafia russa, in Kazakistan. Tra il materiale bellico, presente nella transazione, sono incluse due fiale campione di un gas che, combinato con altri, diventa un’arma estremamente potente. All’interno della società malavitosa francese si sospetta ci sia una talpa, lo sospetta anche il capo dell’organizzazione che è, peraltro, il marito di Geneviéve. Presto la mafia cinese sarà sul percorso del convoglio diretto ad Astana. Inoltre anche i servizi segreti saranno sulle loro tracce. La storia si sviluppa tra Nizza, il Kazakistan e il Madagascar.

Di seguito alcuni pareri tratti dai commenti di lettori del romanzo:

” Una storia avvincente, dolorosa, difficile, dove i passaggi, le emozioni, i sentimenti, diventano reali e ti inducono a partecipare ai drammi, alle incertezze e agli errori di ogni singolo personaggio. Ben tratteggiate le figure femminili, ben costruite quelle maschili. Inaspettato il finale, impregnato di malinconia. C’è molta verità in questo racconto, c’è il gioco dei contrari, la sincerità del cuore, il coraggio di ricominciare. Interessante. Finalmente un giallo che parla anche di sentimenti. “

” Quello che mi è piaciuto maggiormente è la costante presenza dell’ambientazione in questa storia che ti porta verosimilmente in canoa sullo Tsiribihina… e altrove. I luoghi, i panorami, i tramonti hanno un ruolo rilevante ed emozionante. Un testo gradevole, ben scritto. Mi è piaciuto anche perché non cade nel drammatico nonostante l’argomento. “

” La trama è complicata, la storia va seguita con attenzione ma, stranamente per un giallo, la lettura è rilassante. E’ scritto bene e, nonostante l’argomento, è delicato. “

” Una storia colma d’insidie, dolorosa, dove il rapporto di dipendenza reciproca fra il bene e il male rappresenta il motivo della trama. Come in un gioco di scatole cinesi le alterne vicende delle due protagoniste si contrappongono, ciascuna di esse si nasconde nelle pieghe dell’altra. L’ironia fresca dell’autrice, spesso presente fra le pagine, dà a questo racconto impegnativo anche un tono divertente e poetico, lontano da schemi e giudizi morali. L’insieme è molto originale e interessante. “

” È stata una lettura molto piacevole e coinvolgente e ho “divorato” il libro in un paio di giorni!  Molto originale la trama e molto curato lo stile di scrittura. Si inizia la lettura convinti di trovarsi davanti ad un “giallo” classico e si rimane invece piacevolmente sorpresi dall’intreccio di situazioni sentimentali e passionali che vengono sapientemente descritte dall’autrice. Molto interessante anche l’accurata descrizione dei luoghi scenario degli avvenimenti. “

” Ho letto e riletto questo romanzo, conquistato da una serie di situazioni impenetrabili e affascinanti. E un racconto che si articola fra la più cruda realtà e un vago accenno di favola. A volte è duro e sprezzante, ambientato in un mondo di spietati criminali, oppure è dolce e innocente, quando affronta l’argomento dei sentimenti e della gioia di vivere. “

” L’esultanza e l’amarezza del vivere, due aspetti contrastanti della fantasiosa personalità dell’autore, sono state ampiamente descritte in questo romanzo dolce-amaro, dove con piglio a volte ironico e un tratto leggero si affronta un argomento notevolmente scabroso: la crudezza dei rapporti, la solitudine umana, e l’incapacità di dispensare amore. “

” Valida la trama, conserva intatta la curiosità del lettore, non è prevedibile. Nel ritmo narrativo mai banale, c’è una tensione emozionale sempre feconda e un’acuta sensibilità. Efficace l’ironia dell’autrice che dà colore a certe situazioni e aggiunge gradazioni inaspettate miniando emozioni e affrescando paesaggi. La lettura di questo libro è sorprendentemente piacevole. È ben scritto e, nonostante l’argomento inquietante, ha un tono garbato. Lo consiglio a chi desidera scoprire un’altra faccia del giallo. “

” La lettura del romanzo mi ha regalato una piacevole sorpresa. Sto pensando che con una buona sceneggiatura se ne potrebbe fare un film, magari con Vincent Cassel come protagonista… L’ho trovato intenso, divertente e commovente al tempo stesso. Mi ha accompagnato in un mondo “d’infami” per farmi scoprire che forse anche un criminale può avere un’anima… Tutto questo fra la realtà, la favola e l’ironia. “

Annunci

Opera Uno

Opera Uno. Rassegna di autori, libri e creatività letteraria

.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo sito e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Alcuni amici di Opera Uno

Questo sito fa uso di cookie

Questo sito, come tutti quelli ospitati sulla piattaforma WordPress.com, utilizza cookie per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Potete rifiutare l'uso dei cookie cambiando alcune impostazioni del vostro browser. Per maggiori informazioni consultate la pagina Privacy.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: