Opera Uno

Intervista con Maria Cristina Petrucci

Maria Cristina Petrucci risponde ad alcune domande sul suo libro “Felicità nuda” e sulla propria attività letteraria.

“Felicità Nuda”: perché ha scelto questo titolo per il suo romanzo?
Anche la mia prima figlia, Claudia di sei anni mi ha fatto la stessa domanda. Un giorno vedendo in giro per casa tutti gli scatoloni di Felicità Nuda, corse da me chiedendomi: “Mamma, va bene che ti piace leggere, ma di questo libro, quante copie ne hai comprate? Lo sa papà?”. Allora io le spiegai: “Claudia, questo libro non l’ho comprato, lo devo vendere.” E Claudia: “Ma non lavoravi in banca?”. Risposi: “Sì, ma vedi Claudia, questo libro l’ha scritto la tua mamma, l’ho scritto io e allora lo devo vendere per farlo leggere”. Claudia emozionata chiese: “Hai scritto un libro mamma? Davvero? Che bello! Che brava! Anche io da grande voglio scrivere un libro! E come si intitola?”. Risposi: “Felicità Nuda”. E Claudia preoccupata, visibilmente rossa in volto per l’imbarazzo, incalzò: “Perché Nuda, mamma?”. Ecco che dunque rispondo anche alla vostra domanda: “Nuda perché è la Felicità che ci portiamo dentro, indipendentemente da quello che abbiamo addosso”.

Come si sviluppa la trama?
È un romanzo che parla delle vicissitudini di vita di una persona nella quale si può identificare chiunque, a cui ne capitano di tutti i colori, ma che come ognuno di noi tiene botta. Più che parlare di Felicità, chi l’ha letto dice che ne porta. Che è poi l’intento con il quale ho scritto il libro, portare un po’ di luce nel quotidiano dei gentili lettori che sceglieranno di darmi fiducia.

Le vicende della protagonista sono ispirate a fatti reali o sono frutto esclusivo dell’inventiva letteraria?
Diciamo un 50 e 50. Sono sia frutto della fantasia, sia rielaborazione di accadimenti reali, fatti successi a me o a persone conosciute, o avvenimenti che avrebbero potuto verificarsi.

In questa storia lei ha messo molto in evidenza il vissuto interiore dei personaggi: quali sono le sensazioni e le emozioni che emergono maggiormente?
Lungo il corso della storia emerge tutto il ventaglio delle sensazioni ed emozioni possibili. Così come accade nella vita reale.

Nel romanzo emergono anche vari aspetti del rapporto tra giovani e anziani e modernità e tradizione. Cosa si può dedurre da questi confronti?
Credo che tutto sia importante, che tutto sia da salvare. Modernità e tradizione, senza l’una l’altra non esisterebbe. Mi piace pensare che ognuno di noi sia capace di fare tesoro di quanto di prezioso si trova in entrambe.

Ma la felicità esiste davvero?
Perché no?

A quale genere di lettori propone la lettura del libro?
Ho scritto questo libro per i giovani, affinché non si scoraggino e apprendano che il germoglio della felicità si nasconde anche nel buio del dolore; l’ho scritto per gli adulti, per ricordare loro che il viaggio non termina con la realizzazione professionale e familiare e che siamo tutti chiamati a seguire la strada della felicità, sempre; infine, l’ho scritto per gli anziani, affinché si riconoscano in quelle tradizioni e nelle piccole bellezze dal sapore antico che ho riportato nel romanzo, e non cessino mai d’essere d’ispirazione per le nuove generazioni.

In quanto tempo lo ha scritto? È stata una scrittura impegnativa?
Ho impiegato circa 10 anni, nel frattempo ho lavorato e messo al mondo quattro figli, negli ultimi sette anni. A me piace scrivere, fa parte di me, è quasi un’esigenza fisica. Per me è più impegnativo non scrivere, che farlo.

Quali soddisfazioni ha avuto finora dalla pubblicazione di questo libro?
Quattro edizioni in otto mesi, vale a dire 2000 copie vendute senza distribuzione né pubblicità, solo con il passaparola dei lettori. E la gioia di tutti i ringraziamenti ricevuti da chi ha letto questa storia e trovandoci un po’ di sé, ha deciso di tenerlo prezioso, vicino a sé per il futuro.

Cosa si aspetta dalla sua attività letteraria? Ha un sogno nel cassetto?
Vorrei poter scrivere ancora, e ancora e ancora, tante altre storie e poterle far leggere al mondo intero. Perché vivere con felicità è possibile, sempre.

Annunci

Opera Uno

Opera Uno. Rassegna di autori, libri e creatività letteraria

.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo sito e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Alcuni amici di Opera Uno

Questo sito fa uso di cookie

Questo sito, come tutti quelli ospitati sulla piattaforma WordPress.com, utilizza cookie per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Potete rifiutare l'uso dei cookie cambiando alcune impostazioni del vostro browser. Per maggiori informazioni consultate la pagina Privacy.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: