Opera Uno

Luca Maria Vicamini

Luca Maria VicaminiLuca Maria Vicamini, poeta e narratore, presenta se stesso e la sua attività artistica e letteraria:

Sono nato nel 1969 a Milano in una fredda giornata invernale. La mia istruzione scolastica si è formata nella Milano a cavallo degli anni 80 e 90, quando mi sono diplomato in grafica presso il “R. Bauer” e poi in illustrazione e fumetto presso la “Scuola Superiore d’Arte Applicata del Castello Sforzesco di Milano”.

Credo sia difficile definirmi da solo. Immagino che riassumendo ciò che sono arriverò alla fantasia che è di certo l’elemento trainante delle mie svariate esperienze attuali, passate e spero future. Disegno, scrivo, realizzo illustrazioni e fumetti ma, come ho scritto, baso tutto sulla mia fantasia: senza di lei non sarei quello che sono. In un certo qual modo non sono molto diverso da quando andavo all’asilo e vivevo con “la testa fra le nuvole”. Adesso quello stato continuo di fantasia mi permette di costruire e creare. Non importa se lavoro ad un fumetto, ad una favola o ad una copertina per una rivista: è solo fantasia, nulla di più. Fantasia che ho potuto incanalare, negli anni, in diverse direzioni. Infatti, dopo anni di freelance nel campo della grafica e dell’animazione, mi sono impegnato in una ricerca sull’arte d’avanguardia, spingendomi sia nei dintorni della poesia tradizionale sia verso l’haiku occidentalizzato e imparando la poesia visiva.

Una collaborazione, sempre a livello di libero professionista, con una società di produzione di cartoni animati di Roma mi ha consentito di raffinare alcune idee e sviluppare alcuni concetti. In seguito l’interesse per la scrittura, l’illustrazione e l’editoria per bambini e ragazzi mi ha portato a scrivere romanzi e favole. In questo contesto torna a farsi sentire il mio interesse per la favola moderna prendendo come faro guida, sia professionale che umano, Gianni Rodari da sempre uno dei miei punti di riferimento. Dalle idee, dalle favole, dello scrittore di Omegna non ho potuto e non posso che trarre continui spunti sia narrativi sia umani. Molti altri scrittori hanno collaborato con la loro fantasia ad accrescere la mia. Elencarli tutti è piuttosto difficile.

Negli ultimi tempi mi sono impegnato, dal punto di vista concettuale e di disegno, alla ricerca di un personaggio a fumetti che mi consentisse di esprimere sensazioni, emozioni, senza pertanto tralasciare l’azione e la comicità. “Germoglia” così il personaggio di Ape. “Ape!-Bee!” nasce come fumetto, muto, senza parole; si muove in un universo “costruito” per essere “letto” sia da chi non sa leggere oppure da chi non vuole leggere, diventando così un prodotto “leggibile” sia in Italia che all’Estero. Ho immaginato “Ape!-Bee!” come un personaggio a fumetti che poteva reggere non solo il classico mondo della narrativa disegnata ma anche, volendo, altre situazioni narrative come il libro illustrato, il cartone animato e altri sviluppi rivolti verso il fumetto web o impieghi editoriali particolari sia ludici sia di divulgazione.

Marco Guerrieri, di “Nella Nebbia”, rivista mensile con uno sguardo trasversale sull’arte, in distribuzione a Vercelli, Novara, Biella e Torino, ha scelto la striscia di “Ape!-Bee!” come primo fumetto per bambini sul loro giornale. La striscia, che ha il classico formato a quattro vignette, è a colori ed è in massima evidenza tutti i mesi sotto il sommario. Una scelta a dir poco ardita e particolare per una rivista d’arte d’avanguardia. Di “Ape!-Bee!” esiste anche un libro che racconta l’avventura, di un giorno e una notte, di Ape e dei suoi incontri con svariati personaggi ed eventi. L’intera vicenda si svolge fra i fiori di un prato che può essere un fazzoletto di verde dietro casa o un giardino pubblico: un prato qualsiasi in un luogo qualsiasi.

Le influenze che hanno segnato il mio stile pittorico e grafico sono molteplici. Peanuts scritto e illustrato da Schulz credo abbia segnato e segnerà per sempre il mio modo di fare, vedere e considerare il fumetto. Anche in questo caso sono tantissimi i maestri, artisti della narrazione visiva o illustratori, con i quali ho un debito di riconoscenza che formerebbero un lunghissimo elenco.
Un “a parte” di certo lo merita il mitico e ineguagliabile Joan Mirò, segno e disegno di una vita per l’arte.

Per concludere, per usare lo slogan che ho coniato per “Ape!-Bee!”: “sorridi alla vita ed essa ti sorriderà”.


Di Luca Maria Vicamini Opera Uno presenta:
– Due strip e due tavole di Ape! – Bee!
– Il racconto per ragazzi “Il signor Piccolo
– Un’ intervista sull’attività artistico-letteraria.

Annunci

Opera Uno

Opera Uno. Rassegna di autori, libri e creatività letteraria

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo di posta elettronica per ricevere le notifiche sugli aggiornamenti del sito.

Alcuni amici di Opera Uno

Questo sito fa uso di cookie

Questo sito, come tutti quelli ospitati sulla piattaforma WordPress.com, utilizza cookie per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Potete rifiutare l'uso dei cookie cambiando alcune impostazioni del vostro browser. Per maggiori informazioni consultate la pagina Privacy.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: