Opera Uno

Giovanni Allotta

Giovanni AllottaGiovanni Allotta è nato nel 1982 a Palermo. Questa la sua autopresentazione:

Scrivo sin da quando ero piccolo, amo tanto farlo. È bello, far parlare il cuore. Che sia comico o drammatico, o poesia. A parte la scrittura, amo tanto recitare.  Il teatro, lo faccio sin da piccolo, anche se amatorialmente, l’importante è farlo. Ambisco anche alla recitazione cinematografica. Ho fatto tanti e tanti provini, fino ad oggi, solo piccoli ruoli tra cinema e cortometraggio. Mi sto impegnando, affinché io possa realizzare ciò che realmente il mio cuore desidera. Spero di farcela! Per ora, grazie alle tante compagnie teatrali che credono in me, mi gratifica molto e, mi dà la forza di andare avanti. Ho capito che il mondo in cui vorrei avventurarmi è ricco di insidie, quindi, sono nato per lottare. Dire sconfiggerli è da presuntuosi, ma io provo a vincere. Importante è: NON MOLLARE MAI!

Questo è stato il mio iter artistico:
Nel 1989 scrissi il mio primo racconto “Giuseppe vagabondo”.
Tra il 1990-91 conobbi il teatro. Nello stesso anno ebbi il mio primo ruolo da protagonista nella commedia scolastica “I sei amici”. Grazie al successo del mio personaggio “Un giovane mafioso” nel 1992, la commedia divenne un film. All’epoca, il film girò le emittenti private della provincia di Palermo. Nello stesso anno dedicai una poesia al magistrato assassinato dalla mafia Giovanni Falcone, che riscosse un notevole successo.
Tra il 1992-2000, feci teatro con scuole e chiese.
Nel 2000 entrai a far parte dell’associazione teatrale “La bottega dei sogni”.
Nel 2002-03, mi trasferii a Roma per conseguire gli studi di cinematografia, con la direzione artistica del regista Giuseppe Ferrara.
Nel 2005, con  una canzone scritta mia musicata da un amico, arrivammo ai quarti di finale nella selezione di San Remo Giovani.
Nel 2006 “La bottega dei sogni” si disgregò e entrai a far parte dell’associazione teatrale “ il tesoro ritrovato” composta principalmente da persone diversamente abili.
Nel 2007 iniziai a scrivere commedie teatrali e soggetti cinematografici.
Nel 2008 presi parte alla realizzazione del cortometraggio, “Il sogno di Maria” con la direzione alla fotografia del maestro Sandro Caiuli e diretto da Domenico Di Giovanna. Nello stesso anno scrissi la mia prima sceneggiatura cinematografica.
Nel 2009 debuttai come autore e attore in un mio testo teatrale, regia di Carmelo Montalbano, riscuotendo successo di pubblico.
Nel 2010, ho diretto (la mia prima regia) “La passione del Cristo vivente” con attori non professionisti, che ha riscosso grande successo di pubblico.
Nel 2010 ho ricevuto una targa come autore del brillante testo teatrale
“’A fissazione è peggio d’a malatia”.
Nel 2010 sono stato elettricista e due volte comparsa sul set del film “Interno giorno”, regia di Tommaso Rossellini.
Nel 2011 attore non protagonista nel film “Pagate fratelli”, regia di Salvo Bonaffini.
Nel 2011 ho diretto una mia commedia teatrale a Grenoble (Francia): “Cercasi marito pensionato, importante che muoia subito”.
Nel 2011 ho diretto la seconda rappresentazione de “La passione di Cristo”, con attori non professionisti
Nel 2011 un articolo sul giornale dice: “Grandissimo successo per lo spettacolo teatrale “Cchiù scuru di mezzanotti ‘un po’ fari di Giovanni Allotta”.
Nel 2011 con la poesia “Speranza di vita” sono rientrato tra i 50 migliori poeti italiani contemporanei.

Opera Uno

Opera Uno. Rassegna di autori, libri e creatività letteraria

.

Questo sito fa uso di cookie

Questo sito, come tutti quelli ospitati sulla piattaforma WordPress.com, utilizza cookie per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Potete rifiutare l'uso dei cookie cambiando alcune impostazioni del vostro browser. Per maggiori informazioni consultate la pagina Privacy.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: